Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Spacciava cocaina ed eroina nonostante fosse ai domiciliari: donna canicattinese in carcere

Spacciava cocaina ed eroina nonostante fosse ai domiciliari: donna canicattinese in carcere

commissariato canicattì

Il Gip del Tribunale di Agrigento ha convalidato l’arresto, e ha emesso un’ordinanza di applicazione della misura degli arresti domiciliari, per C.L.L., una 52enne di Canicattì, pregiudicata, finita in manette con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, oltraggio a Pubblico ufficiale, ed inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità. Ma per effetto della decisione del Tribunale di Sorveglianza, che ha disposto l’aggravamento della misura, è stata era stata portata alla Casa circondariale “Pasquale Di Lorenzo” di Agrigento. Ad eseguire il provvedimento i poliziotti del Commissariato di Canicattì, coordinati dal dirigente Cesare Castelli.

Nel corso di una perquisizione domiciliare nell’abitazione della donna, nonostante fosse sottoposta alla misura della detenzione domiciliare poiché condannata per reati specifici e rissa, è stato rinvenuto e sequestrato un ingente quantitativo di droga, di vario tipo, in parte già suddivisa in oltre 90 dosi, per il peso complessivo di oltre 150 grammi tra cocaina, eroina e marijuana, pronte per essere smerciate. Gli agenti hanno sequestrato, inoltre, numerosi flaconi di metadone, illegalmente detenuti, diversi oggetti in oro di cui l’arrestata non ha saputo fornire prova del legittimo possesso, nonché la somma di 1.600 euro in contanti, e un bilancino di precisione. La donna, durante il blitz, ha oltraggiato con parole pesanti gli operatori della polizia di Stato.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su