Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento montana > Santa Margherita, otto cuccioli gettati dentro un pozzo

Santa Margherita, otto cuccioli gettati dentro un pozzo

Orrore all’interno di una delle case diroccate di Santa Margherita di Belice. Ignoti hanno gettato otto cuccioli di cane, appena partoriti, dentro un pozzo profondo diversi metri. A sentire i loro guaiti una famiglia di Castelvetrano, che si è avvicinata, dopo aver capito di cosa si trattava, ha dato l’allarme. Sul posto sono accorsi  i Vigili del fuoco. A darne notizia è stata Chiara Calasanzio, fondatrice dell’oasi Ohana, attivista che da dieci anni raccoglie cani abbandonati per strada.

I soccorritori, con l’utilizzo di una scala e di alcune funi, si sono calati all’interno del pozzo, ed hanno raggiunto e salvato gli otto cuccioli, ormai giunti allo stremo.

“Questo non è abbandono, questo è un tentato omicidio. Nessuno poteva sentirli, volevano sbarazzarsi anche dei cadaveri. Sono degli assassini devono finire in galera – dice Chiara Calanzano -. Siamo allo stremo. Stavamo già allattando i superstiti all’abbandono, stiamo gestendo le cucciolate di #Bella e #Ice… non ce la facciamo più. Una parte li terrò io, una parte Viviana Barbera e altri cuccioli saranno accuditi da Francesca Orsini. E in tutto questo io avrei un negozio da portare avanti, un compagno e un figlio che sto trascurando, cosa che mi sfascia il cuore”.

L’ultimo fatto segue di due settimane quell’altro ritrovamento di sei cuccioli, di cui uno morto, abbandonati sempre a Santa Margherita di Belice. I cinque sopravvissuti adesso stanno bene. Chiara aveva posto una “taglia” di 500 euro sul responsabile di quel vile abbandono della cucciolata.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su