Tu sei qui
Home > Rubriche > Oltre la provincia > Vaccino anticovid, al via le somministrazioni per 23 mila ultraottantenni

Vaccino anticovid, al via le somministrazioni per 23 mila ultraottantenni

Al via in Sicilia, a partire da sabato 20 febbraio, alle somministrazioni per 23 mila ultraottantenni, che si sono prenotati tramite la piattaforma di Poste. Per docenti e forze dell’ordine fra 18 e 55 anni, in tutta l’Isola, le somministrazioni sono già partite da tre giorni. Il vaccino è gratis per tutti, in quanto fornito dal servizio sanitario nazionale, e non è acquistabile in farmacia. In Sicilia sono oltre 60 al momento i centri vaccinali autorizzati. Quando ad aprile partirà la campagna vaccinale di massa la Regione conta di coinvolgere anche farmacie e medici di famiglia.

Sugli over 80, la prima dose è possibile prenotarla online all’indirizzo www.prenotazioni.vaccinocovid.gov. Al link si può accedere anche tramite il portale siciliacoronavirus.it o dai siti di Asp e ospedali. C’è anche un numero verde attivo dalle 9 alle 18, dal lunedì al venerdì: 800009966.
Ci si potrà prenotare nel centro vaccinale più vicino casa in base alla disponibilità. Le agende di marzo e aprile della maggioranza dei centri sono già piene.
L’appuntamento per la seconda dose viene fissato direttamente dal centro vaccinale al momento della prima somministrazione. Anziani, disabili e persone con patologie sono vaccinati con i vaccini Pfizer e Moderna.

Da alcuni gironi sono partite anche le vaccinazioni per determinate categorie di under 55, con il nuovo farmaco di Astrazeneca, il cui uso al momento è autorizzato solo nella fascia d’età 18-55 anni. Nel primo target rientrano insegnanti della scuola, esercito e forze dell’ordine. Dopo queste due categorie, toccherà a professori universitari e personale dei servizi essenziali. I docenti saranno contattati direttamente dalle Asp, che hanno ricevuto gli elenchi dall’ufficio scolastico regionale.

I settantenni, invece, saranno vaccinati da aprile in poi. Prima toccherà ai soggetti con particolari patologie, indipendentemente dall’età, seguiranno le persone tra 75 e 79 anni, poi tra 70 e 74 anni. Mentre per i sessantenni la campagna di vaccinazione partirà nel secondo trimestre.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su