Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Picchia e minaccia la moglie, 47enne agrigentino rinviato a giudizio

Picchia e minaccia la moglie, 47enne agrigentino rinviato a giudizio

Il Gup del Tribunale di Agrigento, Francesco Provenzano, accogliendo la richiesta del pubblico ministero Gloria Andreoli, ha rinviato a giudizio G.S., 47 anni, di Agrigento (difeso dall’avvocato Maria Luisa Spoto), con le accuse di maltrattamenti in famiglia, lesioni aggravate, minaccia e violazione del divieto di avvicinamento.

L’imputato avrebbe aggredito e picchiato più volte la moglie, insultandola e minacciandola ripetutamente. E avrebbe continuato nella sua condotta, anche dopo l’applicazione della misura cautelare, del divieto di avvicinamento alla donna. I pestaggi e le minacce sarebbero avvenuti, spesso, in presenza dei figli, uno dei quali minore. E’ stata la donna a denunciare il marito.

L’ultimo episodio, lo scorso 3 agosto, quando l’uomo avrebbe il divieto di avvicinamento, tentando di arrampicarsi sulla ringhiera della palazzina dove vive l’ex coniuge.

La prima udienza del processo è fissata per il 17 maggio davanti al giudice del Tribunale di Agrigento, Antonio Genna. La donna e i figli si sono costituiti parte civile, con l’assistenza degli avvocati Teresa Alba Raguccia e Graziella Vella.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su