Tu sei qui
Home > Rubriche > Oltre la provincia > Covid in Sicilia, bollettino 9 febbraio: 744 nuovi casi e 24 morti

Covid in Sicilia, bollettino 9 febbraio: 744 nuovi casi e 24 morti

Nelle ultime 24 ore, in Sicilia, accertati 744 i nuovi casi positivi di Covid-19, a fronte di 21.948 tamponi processati. I ricoverati sono 1.337, 66 in meno rispetto a ieri; 1.131 i guariti, e ci sono stati 24 morti. A fornire i dati aggiornati è stato il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, assieme all’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza.

I posti occupati in terapia intensiva calano da 181 a 176 con cinque nuovi ingressi in rianimazione (ieri erano stati 10). I guariti sono 1.131 e così gli attuali positivi in Sicilia sono 38.521 (411 in meno di ieri). In isolamento domiciliare 37.184 soggetti.

Fra le province sempre in testa per nuovi casi nelle ultime 24 ore c’è Palermo con 319 casi. Poi Catania 109, Trapani 81, Agrigento 73, Messina 71, Siracusa 51, Caltanissetta 19, Ragusa 17 ed Enna 5.

“Grazie a Dio – ha detto il governatore – possiamo guardare con ottimismo anche al passaggio di zona. Ancora oggi siamo e dobbiamo essere in zona arancione, perché i numeri non sono assolutamente confortanti per potere cambiare colore, ma l’obiettivo nostro è di lavorare perché prima possibile si possa cambiare colore della zona e consentire a tutti gli operatori di potere tornare a lavorare”.

“Per sapere se la Sicilia potrà passare a zona gialla aspettiamo i dati di venerdì prossimo. Per cambiare colore dovremmo avere la metà dei contagi di oggi. Inoltre, l’assenza di un governo che abbia una prospettiva di gestione dell’emergenza rende più difficile la programmazione per le Regioni, in ogni caso dobbiamo completare questa settimana”.

“La campagna dei vaccini – ha detto ancora – prosegue secondo un piano concordato con il Ministero, siamo attenti a cogliere tutte le novità. Abbiamo somministrato vaccini Pfizer e Moderna, poi da domani AstraZeneca sarà una ulteriore possibilità”. Circa 100 mila persone hanno completato il ciclo con prima e secondo dose, si tratta di circa l’86% dei soggetti che hanno ricevuto la prima dose.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su