Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Elezioni Agrigento, avv. Rubino: “Voti Zicari verbalizzati non correttamente”

Elezioni Agrigento, avv. Rubino: “Voti Zicari verbalizzati non correttamente”

Il 22 aprile prossimo, si terrà l’udienza definitiva del giudizio e il Giudice Amministrativo, sulla base degli esiti della verificazione, si pronuncerà sulla richiesta di correzione del risultato elettorale e di proclamazione dell’avvocato Roberta Zicari alla carica di consigliere comunale di Agrigento. Come si ricorderà, in esito alla consultazione elettorale dello scorso ottobre, alla lista “Diventerà Bellissima” sono stati assegnati due seggi nel Consiglio Comunale di Agrigento, uno dei quali a Gianni Tuttolomondo (nominato anche Assessore nella nuova Giunta del Sindaco Miccichè). Ed infatti, l’Ufficio Elettorale ha attribuito al candidato Tuttolomondo complessivi 257 voti a fronte dei 252 voti assegnati alla Zicari.
Zicari, ritenendo frutto di un errore di calcolo o di trascrizione l’attribuzione alla stessa di soli 252 voti  – con il patrocinio degli avvocati Girolamo Rubino e Giuseppe Impiduglia- ha proposto innanzi al Tar Palermo un ricorso elettorale per chiedere la correzione del risultato elettorale e la propria proclamazione in luogo del candidato Tuttolomondo. In particolare, con il ricorso, la difesa ha sostenuto che nella sezione numero 36 (ossia quella sita nella frazione di Giardina Gallotti ) l candidata Zicari avesse conseguito 24 voti, come risultanti dal verbale della medesima sezione; tuttavia, in sede di trascrizione dei voti conseguiti nella varie sezioni, l’Ufficio Elettorale  avrebbe per errore trascritto, con riferimento a tale sezione, un solo voto.
Il Tar Palermo – Presidente Calogero Ferlisi, Relatore Luca Girardi-, tenuto conto delle censure formulate dagli avvocati Rubino e Impiduglia, ha disposto una verifica del materiale elettorale concernente la sezione numero 36 del Comune di Agrigento. La verifica elettorale si è tenuta presso la Prefettura di Agrigento ed è stata effettua dal vice prefetto Vicario Giovanna Termini. Dalla verifica elettorale è emerso che – come sostenuto dagli avvocati Rubino e Impiduglia – nella sezione 36 Zicari ha conseguito 24 voti,  risultanti dalle tabelle di scrutinio.
E’, inoltre, emerso che nel verbale sezionale – per un errore di riporto – i voti di taluni candidati (tra i quali Zicari) sono stati trascritti in modo inesatto. Alla luce degli esiti della verificazione, è evidente come Roberta Zicari sono stati erroneamente assegnati  252 voti in luogo dei 275 alla stessa effettivamente spettanti, e che le avrebbero consentito si superare il candidato Tuttolomondo (il quale ha conseguito 257 voti) e di essere proclamata alla carica di Consigliere comunale.
Il verbale della verificazione elettorale, unitamente a copia autentica delle tabelle di scrutinio e del verbale sezionale, è stato trasmesso al Tar Sicilia Palermo.
Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su