Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Investito e ucciso dopo fuga da Villa Sikania, chiuse indagini per 34enne

Investito e ucciso dopo fuga da Villa Sikania, chiuse indagini per 34enne

Chiuse le indagini preliminari a carico di Alfonso Cumella, 34 anni, di Porto Empedocle, il quale, alla guida del suv Volkswagen Touareg, nella notte fra il 3 e il 4 settembre dell’anno scorso, ha investito e ucciso il ventenne migrante eritreo Sied Anwar, dopo essere fuggito dal centro di accoglienza di “Villa Sikania” a Siculiana. Il documento porta la firma del pubblico ministero Chiara Bisso.

I legali difensori dell’indagato, gli avvocati Luigi Troja, e Giacomo La Russa, hanno adesso 20 giorni di tempo per provare a convincere la Procura a non chiedere il rinvio a giudizio. Le accuse per il giovane sono omicidio stradale, con l’aggravante della fuga, e lesioni colpose.

Cumella ha sempre negato, anche, in occasione dell’interrogatorio di convalida dell’arresto davanti al Gip del Tribunale di Agrigento, Francesco Provenzano, di essere fuggito all’alt dei poliziotti, così come sostiene l’accusa. Tre poliziotti, che stavano cercando di bloccare il migrante, sono rimasti feriti.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su