Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Ha trasportato 1chilo e 200grammi di cocaina dalla Calabria ad Agrigento, condannato a 6 anni

Ha trasportato 1chilo e 200grammi di cocaina dalla Calabria ad Agrigento, condannato a 6 anni

Un chilo e poco meno di 200 grammi di cocaina trasportata dalla Calabria fino ad Agrigento. Sei anni di reclusione sono stati inflitti a Roberto Lampasona, quarantatreenne, di Santa Elisabetta (attualmente in carcere perché ritenuto uno dei presunti killer di Pasquale Mangione, il 69enne raffadalese, ucciso il 2 dicembre del 2011, in contrada “Modaccamo”, nelle campagne di Raffadali, perchè molestava donne, anche sposate).

La condanna, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, diventa definitiva con la pronuncia della Cassazione. Confermata la sentenza della Corte d’Appello di Palermo, che aveva ridotto la pena all’imputato da otto anni, così come deciso dal Tribunale di Agrigento a sei anni e aveva disposto la restituzione dell’automobile, e dei telefoni sottoposti a sequestro, in occasione della cattura.

I giudici ermellini hanno rigettato il ricorso della difesa di Lampasona, che sosteneva come fosse “illogica l’affermazione di responsabilità dell’imputato, per il concorso nella detenzione a fine di spaccio di tale sostanza, che era detenuta dal solo Vincenzo Politanò, calabrese, non essendo neppure emersa alcuna prova di un accordo, tra i due coimputati in ordine al trasporto di tale sostanza, né ciò poteva essere ritenuto dimostrato sulla base del solo fatto che le due automobili si erano sorpassate reciprocamente”.

Una tesi che non ha trovato accoglimento. Le indagini della squadra Mobile di Agrigento, hanno consentito di accertare la sua partecipazione al trasporto della cocaina, occultata nel bagagliaio dell’automobile condotta dal calabrese.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su