Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Aragona, la morte dell’empedoclina: procura apre fascicolo d’inchiesta

Aragona, la morte dell’empedoclina: procura apre fascicolo d’inchiesta

Un fascicolo d’inchiesta è stato aperto dalla Procura della Repubblica per fare piena luce, e stabilire le responsabilità, sul tragico incidente stradale avvenuto, l’altra mattina, lungo un rettilineo all’interno dell’area Asi, nella zona industriale di Agrigento, costato la vita ad una dipendente di una ditta per la raccolta dei rifiuti, Maria Bottega, sessantaduenne, di Porto Empedocle.

Il magistrato, titolare del fascicolo, ha fatto sequestrare la salma della donna, deceduta in ospedale dopo circa cinque ore dal suo arrivo, ed in seguito ai gravi traumi riportati nello scontro. Il medico legale ha eseguito la sola ispezione cadaverica. Nelle prossime ore potrebbe essere disposta l’autopsia.

Al vaglio la posizione dell’uomo alla guida dell’altro veicolo coinvolto nello scontro, un quarantunenne di Cammarata. Al momento non risulta indagato. Si aspetta la conclusione delle indagini, e la ricostruzione, da parte degli agenti della polizia Municipale di Aragona, chiamati a chiarire come sono andati i fatti. Nessuna ipotesi azzardata.

L’empedoclina si trovava alla guida di una Citroen C1, ed ha impattato contro un’auto, modello Honda Civic, condotta dal 41enne.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su