Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Lampedusa > “Cu ci leva u pani ai miei figghi, io ci levo a vita”, sindaco di Lampedusa minacciato

“Cu ci leva u pani ai miei figghi, io ci levo a vita”, sindaco di Lampedusa minacciato

“Cu ci leva ù pani ai miei figghi io ci levo à vita… U’ cori ti manciu Totò!”. Sono alcune delle minacce rivolte in dialetto al sindaco di Lampedusa e Linosa Totò Martello, pronunciate nel corso di una diretta facebook da un imprenditore del settore del noleggio auto dell’isola.

L’alterco sarebbe nato dopo che Martello avrebbe firmato una ordinanza, in recepimento delle direttive nazionali ed europee sul rispetto delle norme ambientali, che prevede il divieto di circolazione delle autovetture e dei veicoli commerciali “Euro 0”, “Euro 1” ed “Euro 2” e dei ciclomotori “Euro 0”.

Martello ha presentato una denuncia alla Procura della Repubblica di Agrigento, e presenterà un esposto alla polizia Postale.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su