Covid in Sicilia, sono dieci le zone rosse. C’è anche Ravanusa

Sono dieci le "zone rosse" in Sicilia. Le ultime sono, infatti, Gela, in provincia di Caltanissetta (dove si registrano oltre 800 positivi), e Villarosa, nell'Ennese. Il provvedimento, in vigore fino al 31 gennaio, è stato adottato dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, d'intesa con l'assessore alla Salute Ruggero Razza, sulla ...Continua

Tari, suolo pubblico e sagre, Fipe Agrigento scrive ai Comuni: “Iniziative straordinarie e temporanee”

In vista del difficile nuovo anno, Fipe Agrigento, rappresentata dal presidente Gabriella Cucchiara, e dal presidente giovani Calogero Cacciatore,  ha scritto una lettera ai Comuni della provincia di Agrigento, all’attenzione dei Sindaci, degli assessori al commercio e degli assessori ai tributi, per segnalare lo stato di crisi in cui, ormai ...Continua

Agrigento, saturimetri in distribuzione nelle farmacie: le precisazioni di Federfarma

In merito alle notizie diffuse su scala nazionale concernenti la distribuzione di saturimetri presso le farmacie, il presidente di A.Ti.Far. Federfarma Agrigento, Pietro Amorelli, precisa quanto segue: "l’iniziativa comunicata riguarda uno studio pilota condotto da Federfarma Nazionale e dalla Sip (Società Italiana Pneumologia). Questo studio pilota coinvolge soltanto 1.200 farmacie ...Continua

Non idonei i quattro siti individuati per deposito scorie radioattive

"Le quattro aree presentano caratteristiche fisiche, geomorfologiche, sismiche, culturali, infrastrutturali, ambientali e naturalistiche che risultano essere incompatibili con la proposta della loro individuazione quali possibili sedi del Deposito nazionale dei rifiuti radioattivi", si legge nella delibera approvata dal governo guidati da Nello Musumeci che reputa "assolutamente non idonei" i quattro ...Continua

Condannato all’ergastolo per l’omicidio del giudice Livatino, canicattinese resta in carcere

Il Tribunale di Sorveglianza di Bologna ha rigettato la richiesta di scarcerazione di Salvatore Parla, 72 anni, di Canicattì, condannato all’ergastolo per l’omicidio del giudice Rosario Livatino, avvenuto il 21 settembre 1990. Per il canicattinese nessun differimento della pena, nemmeno nelle forme della detenzione domiciliare. Il legale difensore, l'avvocato Angela ...Continua