Tu sei qui
Home > Rubriche > Oltre la provincia > Giustizia. Protestano i giudici e vice procuratori onorari, e i giudici di pace

Giustizia. Protestano i giudici e vice procuratori onorari, e i giudici di pace

Altra nuova protesta dei giudici e vice procuratori onorari, e dei giudici di pace, che rivendicano tutele e garanzie di stabilità professionale per una categoria che, pur non essendo formalmente negli organici della magistratura togata, è diventata indispensabile per far funzionare la giustizia.
Nei giorni scorsi due giudici onorari, Sabrina Argiolas e Vincenza Gagliardotto, hanno ripreso lo sciopero della fame, come forma di protesta e al contempo continueranno a lavorare andando in udienza.

Sono state loro ad aprire la vertenza nazionale lo scorso 1 dicembre proprio con uno sciopero della fame durato alcuni giorni e poi sospeso dopo le rassicurazioni da parte di esponenti della politica nazionale.
A manifestare ci sono i giudici e vice procuratori onorari, e dei giudici di pace di Palermo e Catania, dopo le iniziative di protesta di ieri a Roma, e Caltagirone. Lo stato di agitazione si è allargato a livello nazionale perché tra il 19 e il 22 gennaio è stata programmata una nuova astensione dalle udienze.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su