Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Agrigento, chiede il “Rivotril” e al rifiuto minaccia farmacista: denunciato tunisino

Agrigento, chiede il “Rivotril” e al rifiuto minaccia farmacista: denunciato tunisino

E’ entrato in una farmacia, ed ha chiesto che gli venisse dato il “Rivotril”, il farmaco antiepilettico consumato e spacciato come una droga qualsiasi dai pusher extracomunitari. Il farmacista gli ha spiegato che non poteva, se non dietro prescrizione medica. L’individuo, da lì a poco, è andato in escandescenza, ha creato un po’ di caos, ed è passato alle minacce. Qualcuno per timore che la vicenda potesse prendere un’altra piega, si è rivolto alla polizia.
Protagonista un tunisino trentacinquenne, domiciliato ad Agrigento, bloccato dai poliziotti della sezione Volanti, e denunciato in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Agrigento, per minacce. Il fatto si è verificato, l’altro giorno, nella zona del centro storico della città.

E a distanza di 24 ore il farmacista sarebbe stato nuovamente minacciato dall’individuo. L’uomo, ancora una volta sarebbe entrato all’interno della farmacia, e brandendo un proiettile, ha chiesto che gli venisse consegnato il “Rivotril”, o altri dei farmaci con effetti assimilabili agli stupefacenti, o usati per il taglio di droghe, che necessitano di prescrizione medica, che lo stesso non possedeva. Il farmacista ha chiamato il 112, ed ha sporto denuncia. C’è preoccupazione da parte di molti esercenti della via Atenea, per la presenza di alcuni personaggi, nella gran parte dei casi extracomunitari, che appresentano una emergenza del centro della città.

 

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su