Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Polfer di Agrigento e Canicattì, nel 2020 identificate oltre 6 mila persone (19 denunciate)

Polfer di Agrigento e Canicattì, nel 2020 identificate oltre 6 mila persone (19 denunciate)

Per tutto l’anno è stato garantito un sereno afflusso a viaggiatori e turisti nella stazione di “Agrigento Centrale”, e sui treni durante il viaggio. Sono 19 le persone denunciate, e una arrestata, ma anche sequestro di stupefacenti a bordo dei treni, e nell’area interna alle stazioni ferroviarie. Ed è cresciuto sensibilmente il numero delle persone identificate, in stazione e sui convogli. Sono i maggiori risultati ottenuti nell’anno del Covid-19, dal personale dei Posti di polizia Ferroviaria (Polfer) di Agrigento e Canicattì, guidati dal responsabile, Roberto Amoroso.

I controlli, comunque, sono stati apprezzati dai viaggiatori stessi, grazie alla presenza visibile e tangibile della polizia Ferroviaria tramite le 977 pattuglie impiegate nelle stazioni di competenza, tramite le 1.172 pattuglie in servizio presso impianti ferroviari, e le 412 pattuglie automontate in servizio lungo le tratte ferroviarie di competenza. In totale espletati 182 servizi di scorta a bordo treno. Nulla è stato tralasciato al caso, essendo la città di Agrigento, luogo di approdo e di partenza di centinaia e centinaia di immigrati.

Nei dodici mesi dell’anno in corso gli agenti hanno fermato, controllato e svolto accertamenti a carico di 6.141 (oltre 600 rispetto all’anno scorso) persone identificate, di cui 828 stranieri. Altri numeri: dal primo dicembre 2019 al 30 novembre del 2020, una persona arrestata (per spaccio di droga), e 15 denunciate, in stato di libertà, all’Autorità giudiziaria, per vari reati (stupefacenti, furti, e Covid), 4 i soggetti segnalati all’Autorità amministrativa (alla Prefettura per uso personale di sostanze stupefacenti).

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su