Tu sei qui
Home > Politica > Sommatino, i consiglieri di Diventerà Bellissima ed Udc Italia: “Amministrazione inadeguata”

Sommatino, i consiglieri di Diventerà Bellissima ed Udc Italia: “Amministrazione inadeguata”

I consiglieri comunali dell’Udc Italia, Lea Licata ed Ugo Capostagno, e di Diventerà Bellissima, Mariangela Castellano e Filippo Cianci, con una lettera aperta sui Social, hanno informato la Cittadinanza della convocazione di un Consiglio Comunale in seduta urgente per la data del 31 dicembre del 2020, per l’approvazione del piano economico finanziario servizio integrato igiene urbana anno 2020. Nella lettera esprimono il dispiacere di essere messi a conoscenza nell’ultimo giorno utile, ancora una volta, degli argomenti da trattare, per altro senza alcuna possibilità di intervento visto i tempi stretti.

Nella lettera, infatti, si legge: “La data di convocazione del Consiglio Comunale, mette ancora una volta in grande risalto l’incapacità e l’inadeguatezza di questa Amministrazione che propina ai Consiglieri Comunali una proposta di deliberazione nell’ultimo giorno utile, con l’impossibilità di approfondire l’esame della stessa delibera, fare osservazioni e, se ritenuto necessario, avanzare proposte. La tranquillità amministrativa risulta evidente dalle date riportate negli allegati al piano economico finanziario.  Per essere più chiari:

  • il PEF é stato trasmesso dal Comune di Sommatino alla S.R.R. ATO 4 Caltanissetta Provincia Sud in data 23.12.2020;
  • la S.R.R., dopo che in data 03.12.2020 aveva sollecitato i comuni per il rispetto dei termini di legge, ha validato il PEF del Comune di Sommatino in data 24.12.2020 (assai celermente considerata la data di trasmissione);
  • i pareri di regolarità contabile e tecnica vengono espressi dal resp.le dell’area finanziaria in data 27.12.2020;
  • i Revisori dei conti hanno espresso parere favorevole in tempi record e precisamente in data 28.12.2020;
  • i Consiglieri Comunali ricevono la proposta di delibera e gli allegati soltanto nella serata del 29.12.2020″.

“Tale modus operandi – si legge ancora nella nota -, accompagnato dall’atteggiamento arrogante di chi cerca di scaricare colpe su impiegati comunali e sui revisori dei conti, ci ha indotto a prendere la decisione di non partecipare alla sessione consiliare odierna, lasciando la possibilità di approvare questo provvedimento, nelle dubbie condizioni sopra descritte, a chi è responsabile del ritardo che ne è derivato. Non è possibile approvare atti di notevole rilevanza per la comunità, senza poter essere assolutamente coscienti di avere correttamente operato e deliberato. Tutto ciò rappresenta sicuramente, senza paura di essere smentiti, fantascienza amministrativa e politica. Ci si chiede, se é possibile per un’Amministrazione Comunale non controllare l’attività degli uffici e sollecitarli al rispetto delle scadenze, se é possibile che i Consiglieri Comunali debbano solo alzare la mano senza poter intervenire, se é possibile che un Sindaco amministri senza giunta per un mese e mezzo, se é possibile che possano essere rinominati 2 assessori prima revocati, se é possibile che dopo la “rinomina” non siano state ancora attribuite le deleghe assessoriali, se é possibile chiudere le porte del Municipio causa covid, aperte in tutti i Paesi vicini, con gli Uffici al servizio dei Cittadini. Se tutto questo è possibile allora siamo nel “paese che sarà”.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su