Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Accusato di maltrattamenti di animali, licatese chiede di patteggiare la pena

Accusato di maltrattamenti di animali, licatese chiede di patteggiare la pena

Dopo il decreto penale di condanna, chiesto dal pubblico ministero Chiara Bisso, e disposto dal Gip del Tribunale di Agrigento, Luisa Turco, ad una pena di 4 mesi di reclusione, convertita in una multa di 9.000 euro, il legale difensore, l’avvocato Fabio Inglima Modica, ha impugnato il provvedimento. Sul banco degli imputati Angelo Vella, 56 anni, di Licata,  denunciato per maltrattamenti di animali, perché teneva il cane denutrito, e incatenato, fra i suoi escrementi.

Vella adesso prova a patteggiare la pena per ottenere il dimezzamento della condanna. Il difensore ha chiesto il patteggiamento a 2 mesi di reclusione, ottenendo il consenso del pubblico ministero Cecilia Baravelli. A decidere sarà il Gup del Tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto, all’udienza fissata per il prossimo 2 febbraio. Il controllo dei carabinieri in casa di Vella era scattato l’8 marzo scorso. Erano stati alcuni vicini a dare l’allarme, dopo aver notato il cane in stato di denutrizione, e sofferenza.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su