Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Agrigento, la città avrà presto il suo parco giochi inclusivo

Agrigento, la città avrà presto il suo parco giochi inclusivo

Anche Agrigento avrà presto il suo parco giochi inclusivo. La buona notizia è arrivata in queste feste di Natale, ed è stata accolta con entusiasmo dal sindaco Franco Miccichè, e dalla sua Giunta.
Per chi non lo sapesse, un parco giochi inclusivo è un luogo in cui tutti i bambini trovano, ognuno con le proprie abilità, concrete opportunità, oltre che di gioco, anche di relazione e dove gli adulti possono prendersi cura di loro. Non esistono aree dedicate esclusivamente a bambini con disabilità, ma giochi per tutti, poiché nessuno di essi può essere specificatamente individuato per disabili.

Con la prima graduatoria, approvata lo scorso novembre, con una copertura finanziaria di 3,8 milioni di euro, erano state ammesse 96 istanze e Agrigento non figurava fra queste. Grazie ad una dotazione finanziaria aggiuntiva di 2,6 milioni di euro, l’assessorato regionale alla Famiglia è riuscito a finanziare altri 68 parchi inclusivi in Sicilia, per un totale di 163 comuni dell’Isola.

“Con queste ulteriori risorse – ha detto l’assessore regionale Antonio Scavone – riusciamo ora a finanziare tutti i progetti che arrivano al punteggio di 61, consentendo così a buona parte della Sicilia di dotarsi di un parco giochi inclusivo”.

I 163 comuni finanziati fino ad oggi riceveranno un contributo nel limite massimo di 50 mila euro con cui si potrà costruire ex novo un parco giochi o adeguarne uno già esistente con lavori inerenti i percorsi e le rampe di accesso all’area gioco, la pavimentazione e gli stessi giochi.

“Apprendo dalla stampa, che l’Assessore Regionale Scavone, ha ampliato la dotazione finanziaria del bando per parchi gioco inclusivi  di 2,6 milioni di euro, rendendo ammissibili a finanziamento, tutti i progetti con un punteggio superiore ai 61 punti – dice Roberta Zicari –. Per la nostra Provincia: Agrigento, Sciacca, Bivona, Menfi e Aragona (che si aggiungo a Sambuca di Sicilia, Raffadali, Licata, San Biagio Platani, Lampedusa). Bene prestare attenzione ai bambini e rendere le città a loro misura, abbattendo tutte le barriere, fisiche e non, ovvero favorendo l’integrazione. Oltre a questo bando regionale, ci sono anche i bandi ministeriali per la realizzazione di parchi gioco. Chiedo alla giunta Miccichè di lavorare per aggiudicarsi anche quelli, aumentando la qualità della vita degli Agrigentini”.
Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su