Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > La Santa Sede annuncia: il giudice canicattinese Rosario Livatino sarà beato

La Santa Sede annuncia: il giudice canicattinese Rosario Livatino sarà beato

Il giudice canicattinese Rosario Livatino, ucciso per mano della mafia ad Agrigento, il 21 settembre 1990, all’età di 37 anni, sarà beato. La Santa Sede ha riconosciuto il martirio “in odium fidei” (in odio alla fede). E’ questo il contenuto di un decreto di cui papa Francesco ha autorizzato la promulgazione, nel corso di un’udienza con il cardinale Marcello Semeraro, prefetto della Congregazione per le Cause dei santi.

La cerimonia di beatificazione si dovrebbe tenere il prossimo anno ad Agrigento. L’intestazione del decreto di beatificazione recita esattamente che viene riconosciuto “il martirio del Servo di Dio, Rosario Angelo Livatino, Fedele laico, nato il 3 ottobre 1952 a Canicattì e ucciso, in odio alla Fede, sulla strada che conduce da Canicattì ad Agrigento (Italia), il 21 settembre 1990”.

A proporre la beatificazione del magistrato canicattinese, fu l’allora vescovo di Agrigento, monsignor Carmelo Ferraro, poi successivamente il cardinale Francesco Montenegro ha avviato nel 2011 il processo di beatificazione, che concluse la propria fase di raccolta di atti diocesana nel 2017.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su