Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Siculiana. Minacce, pestaggi e sequestro di persona: fermati due minori (una ragazza e un ragazzo”

Siculiana. Minacce, pestaggi e sequestro di persona: fermati due minori (una ragazza e un ragazzo”

Sottoposti a fermo di polizia Giudiziaria due minori, una ragazza e un ragazzo, K.A., e J.M.W., rispettivamente di 16 e 15 anni, dell’Africa subsahariana, ospiti del centro di accoglienza di Villa Sikania, resisi responsabili, in concorso tra loro e con altri sette minori che, allo stato, hanno fatto perdere le proprie tracce, dei reati di rapina, estorsione, sequestro di persona a scopo di rapina ed estorsione, percosse, violenza privata ed atti persecutori, aggravati dal vincolo della continuazione. L’operazione è stata condotta dai poliziotti del Commissariato “Frontiera” di Porto Empedocle. I particolari sono stati resi noti nel corso di una conferenza stampa. Presente il vice questore aggiunto Chiara Sciarabba (nella foto).

“Tutto è partito dalla denuncia di quattro ragazzi, uno maggiorenne e tre minorenne, di origine magrebina, che avevano denunciato alla polizia, una serie di condotte violente da parte del gruppo di nove soggetti ai loro danni – afferma la dirigente e responsabile del Commissariato empedoclino -.  Questa banda, secondo i racconti dei ragazzi, nelle ore notturne con il personale dell’ente gestore ridotto a quell’ora, si introduceva nelle loro stanze, aggredendoli, veri e propri pestaggi, e sottraevano denaro, telefonini, sigarette, cibo, e quanto in loro possesso. Nei casi più gravi è capitato addirittura che i componenti di questa banda, prelevassero alcuni di questi ragazzini dalle loro stanze, conducendoli in una stanza ai piani superiori della struttura, in una zona inutilizzata, e li avrebbero legati ad una sedia e picchiati ripetutamente, e spesso venivano spesso denudati dei capi di abbigliamento, chiedendo di consegnare il denaro nascosto”.

Le vittime per timore di ulteriori ritorsioni, per parecchi giorni avrebbero subito senza riferire alcunché ai responsabili della struttura, o alle forze dell’ordine, fino a quando, ormai stremati dalla situazione, hanno trovato il coraggio di denunciare quanto successo. Ed hanno riconosciuto senza ombra di dubbio nove persone, otto ragazzi ed una ragazza, sette dei quali è stato tuttavia accertato, che fanno parte del gruppo allontanatosi nel pomeriggio del 14 dicembre scorso. E adesso ricercati. Per il fondato pericolo che i due ospiti ancora presenti presso la struttura potessero darsi a loro volta alla fuga, e far perdere le proprie tracce, si è proceduto al fermo di Pg, nei confronti della ragazza e del ragazzo, e accompagnati presso il Centro di prima accoglienza dell’Istituto penale per i Minorenni di Caltanissetta, così come disposto dal sostituto procuratore Massimo  Russo, al quale è stato richiede, altresì, l’emissione di analogo provvedimento nei confronti degli altri sette minori.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su