Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Bollette idriche e conguaglio, dopo le proteste sospeso il pagamento

Bollette idriche e conguaglio, dopo le proteste sospeso il pagamento

“Oggi abbiamo bloccato e sospeso l’invio retroattivo dei conguagli delle  bollette dell’acqua, effettuato  da Girgenti Acque agli utenti”. A dichiararlo i deputati regionali della Provincia di Agrigento, Savarino, Di Caro, La Rocca Ruvolo, Mangiacavallo e Pullara. La buona notizia arriva al termine della seduta odierna della IV Commissione, presieduta dal deputato Giusi Savarino, accompagnata nei giorni scorsi da polemiche e proteste.

“Alla presenza dei commissari straordinari prefettizi di Girgenti Acque, Venuti e Dall’Aira, della presidente dell’Ati, l’avvocato Valenti, e dei rappresentanti delle associazioni dei consumatori presenti sul territorio che ne hanno fatto richiesta, Di Miceli, Raso e Spataro, abbiamo preso questa posizione, che è stata tempestivamente accolta, e recepita dai vertici di Ati e di Girgenti Acque”, si legge in una nota della deputazione regionale.

“Pertanto possiamo rassicurare gli utenti che l’invio dei conguagli sarà sospeso. L’acqua è un servizio pubblico essenziale che deve essere garantito a tutti, in modo efficiente e senza scopo di lucro”, concludono.

Resta da sciogliere il nodo di cosa sarà delle bollette già emesse, una minima parte, già pagata dall’utenza.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su