Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > La trazzera della vergogna: benvenuti a Ciuccafa in territorio di Porto Empedocle

La trazzera della vergogna: benvenuti a Ciuccafa in territorio di Porto Empedocle

“Siamo tornati peggio di prima, con l’aggravante della collinetta che piano piano cade a pezzi. Tutto questo l’abbiamo già comunicato parecchi mesi fa, e le stelle stanno a guardare”. Lo scrivono i residenti di “Ciuccafa”, a Porto Empedocle, dopo le ultime piogge, che hanno trasformato il percorso, che porta a decine di abitazioni, impraticabile, e pericoloso per l’incolumità pubblica. “Qui è così ogni volta che piove perchè nessuno ha mai fatto nulla”, precisano gli abitanti.

Nonostante le innumerevoli segnalazioni, fatte negli ultimi anni, al Comune di Porto Empedocle, nulla si è mosso. Questa parte di abitato sembra non interessare al primo cittadino, e alla sua Giunta. Non è più tollerabile una situazione del genere, con tante famiglie, costrette a camminare nel fango, per raggiungere le proprie case.

Bisogna dare dignità a questi nuclei familiari, che regolarmente, anche in questo periodo difficile per il Covid-19, continuano a pagare le tasse. Sarebbe un regalo di Natale adoperarsi al più presto per ripristinare il manto stradale. E nel frattempo anche la vicina collinetta perde pezzi, e gli smottamenti del terreno si susseguono.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su