Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Omicidio pensionato favarese, chiesti 24 anni di carcere per imputato

Omicidio pensionato favarese, chiesti 24 anni di carcere per imputato

Il pensionato 73enne favarese Baldassare Contrino, è stato raggiunto da un solo colpo di pistola. Dritto al cuore. Sparato da distanza ravvicinata che, non gli ha lasciato scampo. In realtà, l’omicida e reo confesso del delitto, l’ottantenne Vincenzo Galiano, anche lui favarese, ha sparato due volte, con un vecchio revolver, calibro 38. Ma la seconda pistolettata è andata a vuoto. “Non c’è nessun dubbio che si tratta di un omicidio premeditato, e non è un caso di legittima difesa”, secondo il pubblico ministero Chiara Bisso, che al termine della requisitoria ha chiesto la condanna a 24 anni di reclusione per Galiano.

La Procura della Repubblica gli contesta pure l’aggravante dei futili motivi, ma il Pm Chiara Bisso ha chiesto ai giudici della Corte di Assise del Tribunale di Agrigento, presieduta da Alfonso Malato, di concedere le attenuanti generiche. Si torna in aula il 22 gennaio prossimo per le arringhe dei difensori dell’imputato, gli avvocati Antonino Gaziano e Calogero Vetro. L’omicidio è avvenuto, il 2 luglio del 2018, in via Felice da Sambuca, una stradina di contrada “Caltafaraci”, nel rione di Favara Ovest.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su