Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Covid. Screening nelle scuole canicattinesi, l’amministrazione risponde alla Camera del lavoro

Covid. Screening nelle scuole canicattinesi, l’amministrazione risponde alla Camera del lavoro

A seguito di una nota inviata dalla Camera del Lavoro “A. Saccaro” di Canicattì a mezzo mail in data 7 novembre 2020 al Sindaco della Città, avente come oggetto “Richiesta di Screening nelle scuole per garantire sicurezza e tutela della salute” ed alla successiva richiesta di riscontro inviata in data 2 dicembre, la segretaria della Camera del Lavoro Rosaria Alaimo, ha incontrato in modalità telematica il sindaco Ettore Di Ventura, il vice sindaco Giangaspare Di Fazio e l’Assessore alle politiche sociali Antonio Giardina.

Avendo appreso della già attivazione dell’Amministrazione in merito allo Screening in oggetto, la segretaria, durante l’incontro, chiede notizie in merito ad eventuali riscontri pervenuti rispetto a modalità e tempi di attivazione dello screening di massa, da destinare soprattutto alle scuole del Primo Ciclo d ‘Istruzione, in vista della prossima ripresa delle attività didattiche in presenza previste per gennaio 2020, al fine di poter garantire sicurezza e tutela della salute di studenti e lavoratori della conoscenza. “L’Amministrazione risponde dicendo di aver incontrato in merito, il dott. Licata dell’Asp di Canicattì in data 1 dicembre 2020, e di e di aver appreso da parte di quest’ultimi che l’Asp sta attraversando una difficile e complicata situazione aggravata dal fatto, che il personale medico e paramedico si trova costretto a turni massacranti e senza alcuna sosta a causa di mancanza di personale. In merito ai tamponi l’Amministrazione riferisce che i dispositivi per la rilevazione del Covod-19, scarseggiano e non sono sufficienti neanche a garantire l’operato ordinario”.

La segretaria della Camera del lavoro puntualizzando che la situazione epidemiologica di Canicattì è seria e preoccupante considerata la persistente circolazione del virus, l’incidenza dei contagi tra la popolazione ed il costante innalzamento della curva epidemiologica, tanto da rendere la nostra Città, il Comune ove si registra il più alto numero di positivi della Provincia, chiede informazioni in merito al coinvolgimento dell’Asp a livello Provinciale.

“A tale istanza, l’Amministrazione risponde dicendo che la stessa, precedentemente ne aveva chiesto l’intervento e che nella giornata del 2 dicembre, durante l’incontro tenutosi con l’Asp, sia stato contattato telefonicamente il Responsabile dell’Osservatorio Epidemiologico della Provincia di Agrigento dott. Spoto, sia con il Direttore Generale dell’Asp di Canicattì dott. Marchica; l’incontro si è concluso con l’auspicio di ricevere a brevissimo dall’Asp, una  comunicazione in merito alla fattibilità o meno dello screening e all’eventuale possibilità di poter coinvolgere o meno l’intera popolazione scolastica, del Primo Ciclo della Città di Canicattì che conta quasi 4000 studenti; comunicazione non ancora pervenuta”.

Avendo appreso quanto sopra descritto, la segretaria, chiede di ricevere successivi aggiornamenti in merito a tale situazione di forte criticità, palesando grande preoccupazione per quanto potrebbe prospettarsi al rientro dalle Festività Natalizie, in mancanza di uno screening, e ribadendo con estrema chiarezza che la Camera del Lavoro nel proprio ruolo territoriale di garante del diritto alla salute, continuerà ad operare affinchè siano garantite fondamentali e valide misure preventive per la salute e l’incolumità di studenti e lavoratori della conoscenza.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su