Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Campobello di Licata > Campobellese muore per Covid. Un’altra vittima a Caltabellotta. Altri 13 nuovi casi a Canicattì

Campobellese muore per Covid. Un’altra vittima a Caltabellotta. Altri 13 nuovi casi a Canicattì

Una persona di Campobello di Licata è deceduta per Covid-19. A confermare la tragica notizia il sindaco Giovanni Picone. “Una brutta notizia che ci rattrista e ci deve far riflettere – dice il primo cittadino di Campobello di Licata -. Sono vicino ai familiari in questo momento di dolore. È straziante non poter essere vicino al proprio congiunto, e non poter partecipare alle esequie. Che nessuno osi dire o pensare che era anziano o altro. Dinanzi alla morte e al distacco da un proprio congiunto non c’è età. Parliamo di vite umane che hanno dato tanto nella vita ai loro familiari, insegnamenti, valori, affetto e tanto altro. Un forte abbraccio alla famiglia”.

L’Asp di Agrigento ha notificato allo stesso sindaco campobellese altri casi positivi. “Vi invito ancora una volta a rispettare le precauzioni che vengono suggerite e a limitare le uscite e quando è possibile uscite un componente a nucleo familiare – ha aggiunto Picone -. Solo limitando gli spostamenti e contatti si potranno abbassare i contagi”.

Un vittima per Covid è stata registrata anche a Caltabellotta. Non ce l’ha fatta una donna, che da alcuni giorni era ricoverata al reparto di terapia intensiva dell’ospedale “Giovanni Paolo II” di Sciacca.

Intanto l’Asp ha comunicato la positività al Covid-19 di altri 13 cittadini di Canicattì. Si tratta di soggetti facenti parte degli stessi nuclei familiari dove, nei giorni scorsi, è stata riscontrata la positività di qualche loro congiunto. Nessuno di loro ha dovuto fare ricorso a strutture ospedaliere e si trovano in isolamento, presso il loro domicilio. Salgono a 149 gli attuali positivi a Canicattì.
Sì si è conclusa la due giorni di screening anticovid, che ha coinvolto gli studenti che frequentano le scuole superiori di Canicattì, unitamente a docenti, personale e rispettivi familiari. I tamponi rapidi processati nelle giornate di sabato e domenica sono stati complessivamente 952.  Tutti i tamponi hanno fortunatamente dato esito Negativo.

“Colgo l’occasione per ribadire un grande e doveroso ringraziamento a tutti coloro che si sono spesi per l’ottima riuscita dell’iniziativa dal personale sanitario, medici e paramedici, alla Protezione Civile Comunale, volontari Associazione Vigili del Fuoco in congedo, Polizia Municipale e Assessori comunali”, dice il sindaco Ettore Di Ventura.
.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su