Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Accusato di aver perseguitato la moglie, chiesta condanna per canicattinese

Accusato di aver perseguitato la moglie, chiesta condanna per canicattinese

Il pubblico ministero Roberto Gambina, al termine della sua requisitoria, ha chiesto la condanna ad 1 anno di reclusione, nei confronti del canicattinese D.F., accusato di stalking e violazione di domicilio, ai danni della moglie.
Il processo è in corso di svolgimento davanti al giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Giuseppe Miceli e si concluderà il 2 dicembre prossimo, quando verosimilmente sarà emessa la sentenza.

Fra l’imputato e la moglie, recentemente, c’è stata una riappacificazione, e la donna ha ritirato la querela. Sull’accusa di stalking si procede d’ufficio. Il pubblico ministero ha ritenuto insussistente, invece, il reato di violazione di domicilio.

Il canicattinese è accusato di aver perseguitato la coniuge, nel periodo in cui erano separati, con minacce e pedinamenti. E avrebbe pure intimidito la stessa, esplodendo alcuni colpi di pistola in aria, con un’arma poi rivelatasi essere giocattolo.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su