Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Presunti bilanci gonfiati al Comune di Porto Empedocle, Firetto rinviato a giudizio

Presunti bilanci gonfiati al Comune di Porto Empedocle, Firetto rinviato a giudizio

Il Gup del Tribunale di Agrigento, Alessandra Vella, al termine di una camera di consiglio durata 6 ore, ha rinviato a giudizio l’ex sindaco di Porto Empedocle, e fino all’ottobre scorso di Agrigento, Lillo Firetto, accusato di avere falsificato i bilanci del Comune di Porto Empedocle, per fare in modo che non scattasse la scure del patto di stabilità. Con l’ex sindaco sono stati rinviati a giudizio l’ex dirigente dei servizi finanziari del Municipio empedoclino, Salvatore Alesci, e 5 revisori dei conti: Francesco Maria Coppa, Rosetta Prato, Carmelo Presti, Enrico Fiannaca ed Ezio Veneziano.

Sono 4 le ipotesi di falso in atto pubblico che vengono contestate a Firetto, e si riferiscono alle attestazioni fatte nei bilanci che, in sostanza, sarebbero stati “gonfiati”, dal 2011 al 2014, inserendo fra le entrate la somma pagata dall’Enel a titolo di misure compensative, nell’ambito del rigassificatore, mai realizzato, per fare in modo che venisse occultato un buco di circa 3 milioni di euro. Il giudice ha disposto il non luogo a procedere, per il solo Alesci, con riferimento al bilancio del 2011. Deciso il proscioglimento per tutti, in relazione all’attestazione del bilancio 2014-2015.

Per le altre ipotesi di reato è stato deciso il rinvio a giudizio e il processo si celebrerà, a partire dal 21 gennaio, davanti al giudice monocratico del Tribunale di Agrigento Fulvia Veneziano.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su