Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Agrigento. Gli puntano la pistola alla nuca: “Hai finito di campare. Sei morto”. L’arrivo dei vicini evita il peggio

Agrigento. Gli puntano la pistola alla nuca: “Hai finito di campare. Sei morto”. L’arrivo dei vicini evita il peggio

Gli puntano una pistola alla nuca, minacciandolo di morte. “Hai finito di campare. Sei morto”, la frase rivolta ad un 48enne, di Agrigento, da due individui, uno dei quali armato. L’arrivo di un’automobile, con a bordo i vicini, ha messo in fuga gli aggressori. La vicenda è accaduta nel quartiere agrigentino di Fontanelle.

Il 48enne, l’altro pomeriggio, si è recato nel suo appezzamento di terreno, per dare un’occhiata, e dare da mangiare ai cani. Proprio i quei momenti, due soggetti con il volto parzialmente travisato, e uno dei quali impugnando una pistola, approfittando del cancello lasciato spalancato, e complice l’oscurità, si sono intrufolati nel fondo.

Il proprietario non ha avuto nemmeno il tempo di reagire. S’è visto puntare contro l’arma, e non ha mosso più un passo. Per fortuna dell’agrigentino l’arrivo improvviso di una vettura ha mandato all’aria il piano dei due sconosciuti, costretti a darsela a gambe levate.

La vittima, ancora sotto choc per l’accaduto, è stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio”, dove è rimasta in osservazione per tutta la notte. Poi accompagnato dal suo legale di fiducia, l’avvocato Gianfranco Pilato, ha presentato querela ai poliziotti della sezione Volanti. La Procura della Repubblica di Agrigento ha aperto un’inchiesta.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su