Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Siculiana, morte migrante scappato da Villa Sikania: disposta riesumazione salma e autopsia

Siculiana, morte migrante scappato da Villa Sikania: disposta riesumazione salma e autopsia

La Procura della Repubblica di Agrigento ha disposto la riesumazione della salma, per procedere all’autopsia, del ventenne migrante eritreo Sied Anwar, investito e ucciso da un Suv, nella notte fra il 3 e il 4 settembre, dopo essere fuggito dal centro di accoglienza “Villa Sikania” a Siculiana.

E’ stato l’avvocato Leonardo Marino, legale difensore dello zio della vittima che, nel procedimento, a sollecitare le nuove indagini, perché c’è il sospetto che il migrante possa essere stato picchiato, prima del tragico sinistro. Al momento l’unico indagato, per l’ipotesi di reato di omicidio stradale e fuga del conducente, è l’automobilista trentaquattrenne di Porto Empedocle, residente a Realmonte.

Il pubblico ministero Chiara Bisso gli contesta di non avere tenuto una condotta di guida prudente con particolare riferimento alla velocità. Nel sinistro restarono feriti tre agenti della polizia di Stato, anche loro travolti dal mezzo, e parte offese nel procedimento.

 

 

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su