Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Caltanissetta > Indagato di tentata rapina con sparatoria, e furti: scena muta di 43enne canicattinese

Indagato di tentata rapina con sparatoria, e furti: scena muta di 43enne canicattinese

Ha fatto scena muta il 43enne Leonardo Capizzi, residente a Canicattì, arrestato nei giorni scorsi, poiché raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. L’uomo comparso davanti al Gip del Tribunale di Caltanissetta, Alessandra Maria Maira, firmataria del provvedimento, si è avvalso della facoltà di non rispondere.
Capizzi, attualmente rinchiuso nel carcere di Caltanissetta, è indagato di tentata rapina aggravata, porto abusivo in luogo pubblico di un’arma da sparo, una serie di furti aggravati, e di utilizzo indebito di carte bancomat. Reati che sarebbero stati perpetrati nei mesi di settembre e ottobre dell’anno in corso, in Canicattì, Serradifalco, e Delia.

In particolare è ritenuto l’autore di due furti in appartamento avvenuti a Serradifalco e Delia ad ottobre di quest’anno, nonché di una tentata rapina avvenuta il 3 ottobre in Contrada “Gebbia” di Serradifalco. In quell’occasione l’indagato avrebbe tentato di asportare una vettura Ford Kuga parcheggiata e, sorpreso dal proprietario del mezzo, allo scopo di guadagnare la fuga, avrebbe esploso due colpi di pistola in direzione dell’autovettura e della vittima, attingendo il portabagagli.

All’arrestato contestati anche due furti in abitazione, nel corso dei quali sono state asportate, tra le altre cose, delle carte prepagate, successivamente utilizzate per effettuare vari acquisti presso distributori di carburante ed esercizi commerciali. I difensori dell’indagato, gli avvocati Angela Porcello (nella foto) e Calogero Meli, ricorreranno al Tribunale del Riesame, con la richiesta di scarcerazione del proprio assistito.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su