Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Ravanusa, il 29enne massacrato di botte: due si difendono e il terzo fa scena muta

Ravanusa, il 29enne massacrato di botte: due si difendono e il terzo fa scena muta

“Un vile pestaggio, violentissimo, tre persone contro uno, per un debito di pochi euro, ma ha avuto una risposta immediata. Una vicenda che inizialmente era molto oscura, perché quello che ci siamo trovati di fronte era un ragazzo in una pozza di sangue, con i polmoni lesionati dalle botte, tant’è che è stato necessario il ricovero in Rianimazione ad Agrigento, dopo una prima corsa all’ospedale di Canicattì». Così il capitano Francesco Lucarelli, comandante della Compagnia di Licata, parlando del 29enne rumeno massacrato di botte da tre suoi connazionali, in via Silvio Pellico, a Ravanusa, che ha portato all’arresto di 3 rumeni, due uomini e una donna.

I tre sono comparsi davanti al Gip del Tribunale di Agrigento, Alessandra Vella, per gli interrogatori. Uno si è avvalso della facoltà di non rispondere, gli altri due hanno risposto alle domande del giudice, cercando di dare una giustificazione. In carcere sono finiti i fratelli Petru Ciprian Ursu, 40 anni, Mihaela Gabriela Buluc, 44 anni e Ioan Mindirigiu, 42 anni. Proprio quest’ultimo, difeso dall’avvocato Angela Porcello, ha preferito fare scena muta davanti al giudice, e al pubblico ministero Sara Varazi, titolare del fascicolo d’inchiesta. Gli altri due, assistiti dall’avvocato Stefano Argento, hanno parlato, e negato le accuse.

Il pestaggio, la notte fra il 15 e il 16 ottobre. Il 29enne si sarebbe permesso di chiedere, forse anche con insistenza, i soldi che aveva prestato ad uno dei tre fratelli. Per tutta risposta i tre, si sono scagliati contro il connazionale, e lo hanno pestato a sangue, colpendolo a calci, pugni e anche con un bastone. Il ferito, dopo i primi soccorsi, in un primo tempo è stato ricoverato all’ospedale “Barone Lombardo” di Canicattì, poi trasferito in Rianimazione al presidio ospedaliero “San Giovanni di Dio”, dove è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su