Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Agrigento, morta in incidente stradale per una buca: chiesta conferma condanna

Agrigento, morta in incidente stradale per una buca: chiesta conferma condanna

Il Tribunale di Agrigento ha condannato ad 1 anno di reclusione, per omicidio colposo, il funzionario dell’Ufficio tecnico del Comune di Agrigento Giuseppe Principato, e il responsabile del servizio di viabilità Gaspare Triassi.

Adesso al processo di secondo grado, al termine della sua requisitoria, il procuratore generale di Palermo ha chiesto la conferma della sentenza di primo grado per la morte della ventiquattrenne agrigentina Chiara La Mendola. L’incidente stradale è avvenuto il 30 dicembre del 2013, in via Cavaleri Magazzeni, tra San Leone e Cannatello, alla periferia di Agrigento.

Rilevata la responsabilità del Comune della città dei Templi, perché non ha riparato la buca stradale presente sul manto stradale. Il processo è in corso di svolgimento dinnanzi ai giudici della Corte di Appello di Palermo. Si torna in aula il 15 marzo prossimo per le arringhe dei difensori degli imputati, gli avvocati Antonino Manto e Giuseppe Scozzari.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su