Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Porto Empedocle, furto di energia elettrica: assolta una donna

Porto Empedocle, furto di energia elettrica: assolta una donna

Con la formula “per non avere commesso il fatto”, il giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Antonio Genna, ha assolto Giovanna Racinello, sessantenne, di Porto Empedocle, intestataria di un’avviata macelleria gestita dai figli, nell’abitato della cittadina marinara, finita a processo con l’accusa di furto aggravato di energia elettrica.

Al termine della sua requisitoria il Pubblico ministero aveva avanzato richiesta di condanna dell’imputata. Accogliendo le argomentazioni proposte dal legale difensore, l’avvocato Giuseppe Vinciguerra, l’empedoclina  è stata assolta.

Il giudice, inoltre, aveva disposto la trasmissione degli atti alla Procura della Repubblica, per avviare indagini, finalizzate a individuare i responsabili del reato.

Tale decisione ha trovato l’opposizione del legale difensore, sostenendo dell’avvenuta prescrizione del reato, anche nel caso di identificazione dell’autore, o autori del furto. Il Tribunale ha concluso per l’accoglimento dell’opposizione.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su