Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Accusato di aver “gonfiato” i bilanci, slitta decisione richiesta rinvio a giudizio di Firetto

Accusato di aver “gonfiato” i bilanci, slitta decisione richiesta rinvio a giudizio di Firetto

Il Gup del Tribunale di Agrigento Alessandra Vella ha rinviato al 4 novembre prossimo l’udienza, in cui è imputato anche l’attuale sindaco di Agrigento, Calogero Firetto, che i prossimi 18 e 19 ottobre tenterà la riconferma al ballottaggio con lo sfidante Franco Miccichè. Accolta l’istanza di rinvio proposta dall’avvocato Salvatore Pennica (nella foto), difensori di due imputati. “Un verdetto prima dell’esito del ballottaggio si presterebbe a strumentalizzazioni”, ha detto Pennica.

Firetto e altre 6 imputati sono accusati di aver falsificato e “gonfiato” i bilanci del Comune di Porto Empedocle, fra il 2011 e il 2014, per fare quadrare i conti e non incappare nel patto di stabilità. Il pubblico ministero Chiara Bisso, nel corso della sua requisitoria all’udienza preliminare, ha ribadito la richiesta di rinvio a giudizio.

Rischiano l’approfondimento dibattimentale Calogero Firetto (in quegli anni a capo dell’Amministrazione comunale empedoclina), l’ex responsabile del settore finanziario del comune Salvatore Alesci, e cinque revisori contabili Francesco Maria Coppa, Rosetta Prato, Carmelo Presti, Enrico Fiannaca ed Ezio Veneziano. Il Gup Alessandra Vella, dovrà decidere se disporre o meno il rinvio a giudizio.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su