Tu sei qui
Home > Politica > Elezioni, seggi aperti in 60 comuni della Sicilia. Al voto Agrigento

Elezioni, seggi aperti in 60 comuni della Sicilia. Al voto Agrigento

Seggi aperti dalle 7 di stamane e fino alle 22 e domani dalle 7 alle 14 per gli elettori di 60 comuni siciliani chiamati a rinnovare sindaci e consigli, compresi due capoluoghi: Agrigento ed Enna.
I comuni interessati alla tornata amministrativa dovevano essere 61, ma Tremestieri etneo è stato escluso dal voto a causa di illeciti penali rilevati dalla magistratura nella raccolta e autenticazione delle firme.

È possibile votare un candidato sindaco e una lista, anche non collegati fra loro (operando il cosiddetto “voto disgiunto”). In provincia di Agrigento di vota oltre che ad Agrigento, in altri 7 comuni: Cammarata, Casteltermini, Camastra, Raffdali, Realmonte, Siculiana e Ribera.

Ad Agrigento si ricandida l’uscente Lillo Firetto, sostenuto da sette liste di centrosinistra, che dovrà vedersela con altri cinque candidati, tra i quali domina un blocco di concorrenti del centrodestra a partire dall’ex sindaco Marco Zambuto (Forza Italia), Francesco Micciché (centro destra), Angela Galvano (Pd), Daniela Catalano (Fratelli d’Itaia e Lega), e Marcella Carlisi (M5S).

Come è già accaduto per il referendum di due settimane fa, gli elettori sono tenuti a presentarsi al seggio indossando una mascherina e tenerla alzata per tutta la durata delle operazioni, ad eccezione delle fasi di riconoscimento.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su