Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Agrigento, furti nei locali della movida: 25enne resta in carcere

Agrigento, furti nei locali della movida: 25enne resta in carcere

Arresto convalidato, e applicata l’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico del 25enne del Gambia, l’autore dei due furti compiuti al ristorante “Matra”, e al bar-pub “Caffè San Pietro”, all’interno dello spazio Temenos, nella strada della “movida”, lungo la centralissima via Pirandello, ad Agrigento. Lo ha deciso il Gip del Tribunale di Agrigento. L’immigrato è accusato di resistenza a Pubblico ufficiale e lesioni, reati per cui è stato arrestato, ma anche di furto e danneggiamento.

Ad arrestarlo gli agenti della sezione Volanti della Questura di Agrigento, guidati dal commissario capo Francesco Sammartino.
Il gambiano, prima, ha rotto la vetrata del ristorante, poco dopo ha forzato la porta d’ingresso del vicino bar, e accorgendosi di alcuni vistosi tagli sul corpo, macchiando di sangue il locale, si è tolto tutti i vestiti, prima di correre completamente nudo, portandosi dietro il registratore di cassa.

Lo stesso registratore, ancora con all’interno parte dei soldi sottratti, è stato scaraventato dallo stesso, dall’alto del belvedere tra via Pirandello e Discesa Empedocle, e ritrovato dalla polizia di Stato, nella sottostante aiuola a ridosso del parcheggio di piazza della Stazione.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su