Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Siculiana, il migrante travolto e ucciso: automobilista resta ai domiciliari

Siculiana, il migrante travolto e ucciso: automobilista resta ai domiciliari

Resta agli arresti domiciliari A.C., il 34enne di Porto Empedocle, residente a Realmonte, accusato delle ipotesi di reato di omicidio stradale e fuga di conducente. Lo ha deciso il Gip del Tribunale di Agrigento, Francesco Provenzano, dopo aver convalidato l’arresto dell’indagato. Accolta la richiesta della Procura.

 Il giovane, alla guida di un Volkswagen Touareg, mentre stava percorrendo la strada statale 115, ha travolto e ucciso un ventenne eritreo, appena fuggito dal centro d’accoglienza di Villa Sikania, a Siculiana. Ed ha investito anche quattro agenti del Reparto Mobile, che lo inseguivano per fermarlo.
Nell’impatto non c’è stato nulla da fare per il migrante, morto sul colpo, mentre i poliziotti hanno riportato vari traumi. Il più grave è stato ricoverato con gravi fratture ad una gamba, e sottoposto ad un delicato intervento chirurgico.
Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su