Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Canicattì, ladra incastrata da impronte digitali: denunciata una donna

Canicattì, ladra incastrata da impronte digitali: denunciata una donna

L’identificazione è stata possibile grazie alle indagini, e da alcune impronte digitali lasciate sull’autovettura rubata, poi ritrovata abbandonata nelle campagne di Canicattì.
I poliziotti del Commissariato di Canicattì, guidati dal dirigente Cesare Castelli (nella foto)  hanno denunciato, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Agrigento, una donna T.G., 31 anni, nata a Caltanissetta, poiché ritenuta responsabile del furto aggravato di una autovettura.

La denuncia di furto era stata sporta ai carabinieri della Stazione di Canicattì, dalla proprietaria del mezzo lo scorso 25 luglio scorso.
Gli uomini della polizia Scientifica del Commissariato di Canicattì, nei giorni scorsi, a seguito del rinvenimento della vettura, una Fiat Seicento, hanno effettuato accertamenti tecnici sul veicolo, rilevando delle impronte latenti lasciate sul vetro del finestrino, che maldestramente era stato, prima rimosso mediante il taglio della guarnizione, e successivamente ricollocato con il nastro adesivo.

Accurati rilevi di comparazione tra le impronte rilevate e quelle contenute nella banca dati, hanno consentito l’identificazione dell’autrice del furto, già gravata da diversi precedenti di Polizia e penali per furto, rapina ed altro.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su