Tu sei qui
Home > Politica > Elezioni post Coronavirus, il 4 e 5 ottobre si vota in 61 comuni

Elezioni post Coronavirus, il 4 e 5 ottobre si vota in 61 comuni

In Sicilia il 4 e 5 ottobre si vota in 61 comuni, gli stessi che sarebbero dovuti andare alle urne tra il 15 aprile, e il 30 giugno scorso. L’assessorato agli Enti locali ha pubblicato il decreto per le prime elezioni post Covid19. Il ballottaggio è fissato il 18 e 19 ottobre.

I capoluoghi di provincia che andranno alle urne per eleggere Sindaco e Consiglio comunale sono Agrigento ed Enna. Tra i comuni più grandi coinvolti ci sono Marsala nel trapanese, Barcellona pozzo di Gotto e Milazzo in provincia di Messina, Carini e Partinico nel palermitano e Augusta in provincia di Siracusa.

Non si voterà a Vittoria e a San Biagio Platani che sono stati sciolti per mafia nel secondo semestre dell’anno, in un turno straordinario, verosimilmente, dal 15 ottobre al 15 dicembre.

Le elezioni che per l’emergenza sanitaria del Coronavirus sono state rinviate potranno svolgersi regolarmente tra meno di due mesi.

Ad Agrigento, al momento 4 i candidati l’attuale sindaco Lillo Firetto, gli ex primi cittadini della città Marco Zambuto e Aldo Piazza, e l’ex assessore comunale Franco Micciché.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su