Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Lampedusa, nave “Diciotti”: condannati i tre presunti scafisti

Lampedusa, nave “Diciotti”: condannati i tre presunti scafisti

I giudici della Corte di Assise di Agrigento (presieduta da Wilma Angela Mazzara con a latere Giuseppe Miceli), hanno condannato tre dei quattro imputati, ritenuti gli scafisti alla guida di un gommone bloccato al largo di Lampedusa, con a bordo oltre 170 migranti, soccorsi poi dalla nave “Diciotti”.

Complessivi 8 anni di reclusione, ciascuno, sono stati inflitti agli egiziani Ahmed Shalaby Farid, 23 anni; Ashraf Abnibrahim, 39 anni e Al Jezar Mahammed Ezet, 24 anni. Assolto Shahalom Mohammod, 26 anni, del Bangladesh. Inoltre i tre sono stati condannati a pagare  una multa di 4milioni e 650mila euro ciascuno.

La vicenda risale alla sera del 16 agosto del 2018. Dopo l’approdo venne avviata l’inchiesta dal procuratore capo di Agrigento Luigi Patronaggio a carico dell’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini, indagato per sequestro di persona aggravato, per aver impedito lo sbarco dei migranti dalla nave “Diciotti”.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su