Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Agrigento, assolti ex presidente di Rfi e due funzionari della Forestale

Agrigento, assolti ex presidente di Rfi e due funzionari della Forestale

Con la formula “il fatto non sussiste” i giudici della prima sezione penale della Corte d’Appello di Palermo, presieduta dal giudice Pietro Pellegrino, ha assolto l’ex presidente di Rete Ferroviaria Italiana il raffadalese Dario Lo Bosco, residente ad Agrigento, e dei due dirigenti della Forestale, Salvatore Marranca, originario di San Giovani Gemini, e il palermitano Giuseppe Quattrocchi, accusati a vario titolo, di concussione e induzione indebita a promettere utilità.
Ribaltata la sentenza di primo grado.  I tre imputati erano stati condannati, al termine del processo celebrato con il rito abbreviato, celebrato davanti il Gup del Tribunale di Palermo Wilma Angela Mazzara, a quattro anni e due mesi di reclusione Lo Bosco, e a quattro anni e sei mesi Marranca e Quattrocchi. Lo Bosco è difeso dall’avvocato Antonino Gaziano.
Lo Bosco avrebbe ricevuto – secondo l’accusa –  dall’imprenditore 58.650 euro per spingere Rfi ad acquistare un sensore per il monitoraggio dell’usura delle carrozze ferroviarie affittate a terzi. Quattrocchi e Marranca invece, avrebbero ricevuto complessivamente circa 250mila euro: in cambio avrebbero evitato intoppi nei lavori di ammodernamento della rete di radiocomunicazioni della Forestale.
Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su