Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Agrigento, seconda domenica di San Calogero: rispettati tutti i divieti

Agrigento, seconda domenica di San Calogero: rispettati tutti i divieti

Tutto è filato liscio come l’olio, nella seconda domenica di festeggiamenti, in onore di San Calogero. Nessuna manifestazione o processione improvvisata, e nessun assembramento. Con il Santuario chiuso, soltanto di primo mattino s’è registrato l’arrivo di decine di fedeli, a piedi scalzi, per la promessa fatta al Santo più amato dagli agrigentini.

Dopo la processione abusiva di otto giorni fa, che ha portato alla denuncia di 8 persone, la partecipazione dei devoti davanti a Santuario, per tutta la mattinata, è stata piuttosto scarsa.

In piazzetta San Calogero, a monitorare la situazione una ventina tra poliziotti, carabinieri, finanzieri e agenti della polizia Locale, coordinati dal funzionario della polizia di Stato, Francesco Sammartino.

La chiusura del Santuario e l’annullamento di tutte le manifestazioni ed iniziative per San Calogero, è stata disposta  dal Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal prefetto Maria Rita Cocciufa, per evitare assembramenti e il rischio contagio da Coronavirus.

 

 

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su