Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Porto Empedocle, ingerisce centinaia di pillole: 59enne salvato dalla polizia

Porto Empedocle, ingerisce centinaia di pillole: 59enne salvato dalla polizia

I poliziotti della sezione Volanti della Questura di Agrigento hanno salvato un 59enne agrigentino, che aveva deciso di togliersi la vita. E’ accaduto qualche giorno fa, quando l’uomo ha contattato la sala operativa riferendo di stare ingerendo una quantità smisurata di pillole.
L’operatore di turno, risalito all’intestatario dell’utenza del telefono cellulare, dalla quale era partita la chiamata, ha inviato la Volante in una via del centro storico di Agrigento, presumibilmente, dove poteva trovarsi la persona in pericolo di vita.

Gli agenti, diretti dal dirigente Francesco Sammartino, unitamente al personale medico del 118 e dei Vigili del fuoco, hanno bussato ripetutamente al campanello dell’abitazione senza ricevere alcuna risposta, e formulato invano il numero telefonico del soggetto al fine di udirne il suono del cellulare dall’esterno.
Eseguiti una serie di accertamenti tra i vicini di casa, è stato appurato che l’abitazione fosse vuota, e pertanto le verifiche di ricerca, grazie alla locale Sala Cot, presso la banca dati del gestore di telefonia mobile, si è proceduto al cosiddetto “salvataggio vite” mediante la geolocalizzazione dell’utenza telefonica.

Utenza telefonica individuata in un’abitazione nel centro storico di Porto Empedocle. I poliziotti, con non poche difficoltà, sono riusciti a scardinare alcuni infissi, e finalmente sono entrati all’interno di una camera dove, adagiato sul letto, hanno trovato il 59enne privo di sensi, con una flebile attività cardiaca e respiratoria.
Immediatamente soccorso dal personale sanitario, con l’ausilio degli stessi agenti, che hanno aiutato i sanitari a trasportare il paziente sull’ambulanza e, successivamente, scortando il mezzo verso l’ospedale “San Giovanni di Dio”.

E’ stato acclarato che l’uomo aveva ingerito circa un centinaio di compresse, farmaci riconducibili alla categoria degli ansiolitici, ed al trattamento di crisi epilettiche, con chiaro intento di suicidarsi.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su