Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Agrigento, non aveva comunicato i nomi degli alloggiati: assolto 48enne

Agrigento, non aveva comunicato i nomi degli alloggiati: assolto 48enne

Con la formula “il fatto non sussiste” il giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Giuseppa Zampino, ha assolto un agrigentino S.N., 48enne, titolare di un Bed & Breakfast a San Leone, denunciato lo scorso anno dalla polizia di Stato, perché in più occasioni non aveva comunicato i nominativi delle persone alloggiate alla Questura, in violazione delle prescrizioni del Tulps.
Accolte le tesi del legale difensore dell’imputato, l’avvocato Salvatore Bruccoleri. Il Pubblico ministero, al termine della sua requisitoria, aveva chiesto la condanna a quattro mesi di reclusione. L’operazione andata avanti per mesi, tra la fine del 2018 e buona parte del 2019, aveva portato alla scoperta di decine di irregolarità in Bed & breakfast di Agrigento.
La Procura a carico del 48enne operatore turistico, lo scorso anno, aveva applicato il decreto penale di condanna. Dopo l’opposizione dell’avv. Bruccoleri, il gip Francesco Provenzano ha disposto il giudizio immediato, e l’avvio del dibattimento.
Secondo l’accusa l’imputato aveva omesso di comunicare alla Questura le generalità degli alloggiati negli anni 2017 e  2018. Il Tribunale ha dato ragione al 48enne, e ha deciso per l’assoluzione.
Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su