Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Palma di Montechiaro, accusati di furto di cavi in rame: assolti

Palma di Montechiaro, accusati di furto di cavi in rame: assolti

Erano accusati di aver sottratto un grosso quantitativo di cavi in rame. Sono stati assolti.  Il giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Alfonso Pinto, accogliendo pienamente le richieste del legale difensore, l’avvocato Giuseppe Vinciguerra, previa esclusione delle aggravanti contestate, ha emesso sentenza di non doversi procedere, nei confronti di Antonino Manganello, e Matteo Rallo, entrambi di Palma di Montechiaro, chiamati a rispondere del reato del furto aggravato di 40 matasse di cavi in rame.
Il pubblico ministero della Procura della Repubblica di Agrigento al termine della sua requisitoria aveva avanzato richiesta di una sentenza di condanna alla pena di un anno e due mesi di reclusione, ed al pagamento di una multa di 600 euro ciascuno.
Nella sua arringa difensiva l’avvocato Vinciguerra ha fatto notare al Giudice l’assenza di querela da parte della parte offesa, ossia dei responsabili dell’azienda, che avevano subito il furto del rame. Il Tribunale ha accolto questa tesi ed ha emesso sentenza di non doversi procedere.
Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su