Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Nuovamente a rischio il cantiere della Agrigento-Caltanissetta

Nuovamente a rischio il cantiere della Agrigento-Caltanissetta

Nuova indagine sulla Cmc Ravenna, impegnata nei lavori del raddoppio stradale della statale 640 che collega Agrigento a Caltanissetta. La Guardia di finanza ha eseguito delle perquisizioni nella sede della Cmc su ordinanza della Dda di Caltanissetta, a firma del sostituto procuratore Simona Russo,
Questo rischia di bloccare di nuovo tutto. Le ipotesi di reato per l’azienda sono di: peculato, associazione per delinquere, frode in pubbliche forniture e traffico illecito di rifiuti.

Al centro dell’inchiesta c’è proprio la Ss 640 completa nel primo tratto agrigentino, ma incompiuta in quello nisseno, con i lavori che erano ricominciati solo prima del lockdown, poi di niovo sospesi. La Cmc Ravenna era già alle prese con i problemi finanziari con le società in subappalto, che avevano causato l’ultimo stop all’opera.

Lo scorso anno tutto si era bloccato per un contenzioso tra la società ravennate e Anas. Ma grazie all’impegno del nuovo Governo, e al viceministro delle Infrastrutture Giancarlo Cancelleri, si era trovata una soluzione attraverso un pagamento dei crediti alle aziende in sub appalto.

La statale 540 oggi risulta completa all’80 per cento.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su