Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Trovato con un fucile a canne mozze, empedoclino patteggia condanna

Trovato con un fucile a canne mozze, empedoclino patteggia condanna

Ha patteggiato la pena a 1 anno, 11 mesi e 20 giorni di reclusione – pena sospesa – Carmelo Tuzzolino, trentaquattrenne di Favara, arrestato nel settembre del 2018 dai poliziotti del Commissariato di Porto Empedocle, che gli trovarono un fucile a canne mozze.
La pena è stata ratificata dal Gup del Tribunale di Agrigento, dopo la richiesta di applicazione della pena, presentata dal difensore, che ha trovato il consenso del pubblico ministero Gloria Andreoli.

Tuzzolino era accusato di detenzione di arma clandestina, ricettazione e detenzione abusiva di armi. “Il fucile era un regalo di mio nonno, me l’ha dato poco prima di morire”, si era difeso il giovane davanti al Gip del Tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto, nell’udienza di convalida.
La scoperta nel corso di una perquisizione domiciliare. Nella camera da letto, occultato tra i vestiti, è stato trovato il fucile a canne mozze, con la matricola abrasa, avvolto con della pellicola trasparente, e 17 cartucce, calibro 12.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su