Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Canicattì, ristrutturazione stadio, Comitato 2021: “l’Amministrazione non vuole uno stadio nuovo ma vuole solo dimostrare di volerlo, pensando di avere difronte un popolo di imbecilli”

Canicattì, ristrutturazione stadio, Comitato 2021: “l’Amministrazione non vuole uno stadio nuovo ma vuole solo dimostrare di volerlo, pensando di avere difronte un popolo di imbecilli”

Riceviamo e pubblichiamo integralmente quanto pervenuto dal Comitato Civico 2021 di Canicattì:

Mitt.

Comitato Civico 2021

comitatocivico2021@pec.it

Via De Sica,11

Canicattì

 

OGGETTO: SI VUOLE UCCIDERE LA VILLA COMUNALE- IL COMITATO CIVICO 2021 DISPONIBILE A REALIZZARE IL PROGETTO DEL NUOVO STADIO A TITOLO GRATUITO

 

                                                                                                            Sindaco

  Assessore all’Urbanistica

Arch. Corbo Rosa Maria

                                                                                                                  Presidente del Consiglio Comunale

                                                                                                             Segretario Generale

 C/o  Comune di Canicattì

                                                                                   E,p.c.

Sig. Presidente dell’Ordine degli Architetti di Agrigento

Arch. Alfonso Cimino

PEC: oappc.agrigento@archiworldpec.it

Questo Comitato Civico 2021 ha voluto approfondire l’argomento tanto dibattuto che riguarda la ristrutturazione dello stadio “Carlotta Bordonaro” , premesso che lo stesso, individuato catastalmente al foglio 54 part. 419, risulta intestato e di proprietà della Regione Siciliana, conseguentemente il Comune di Canicattì prima di procedere con la variante urbanistica doveva acquisire il titolo di proprietà o quanto meno la delega da parte della Regione Siciliana ad effettuare l’intervento urbanistico.

Nell’ipotesi che non vi siano novità rispetto alla intestazione catastale, la delibera Consiliare riguardante la variazione urbanistica nasce giuridicamente inattuabile perché interviene su una proprietà che non gli appartiene.

Ancora per rendere operativa una variante urbanistica, con i tempi della Regione, necessita almeno un anno quindi è chiaro che ciò che è stato fatto è puramente dimostrativo .

Per quanto riguarda i costi si parla di un investimento di circa € 1.200.000,00 , ammesso che si trovi il sistema per finanziarlo, costerebbe la stessa cifra necessaria per costruire uno stadio nuovo in un altro posto.

Stigmatizziamo le affermazioni dell’Assessore all’Urbanistica Corbo che  si è esibita in una performance  dialettica disarmante sia per un assessore che per un architetto: lo stadio deve essere ampliato di un metro, invece lo deve essere per circa tre metri; deve essere estirpato un solo albero, invece ne devono essere estirpati circa dieci; per fare uno stadio nuovo è necessario espropriare un’area , invece il Comune è già proprietario di un’area particolarmente  vocata in zona “Villa Grazia”,  a costo zero.

Il vero problema che l’Amministrazione non vuole uno stadio nuovo ma vuole solo dimostrare di volerlo, pensando di avere difronte un popolo di imbecilli.

Ci sorprende come i tifosi e le società sportive possano cadere in queste trappole e possono accettare di essere strumentalizzati.

Non si comprende con quale articolazione mentale un architetto Assessora possa pensare di distruggere l’unico polmone verde storico della Città che al contrario dovrebbe essere ampliato e valorizzato. Vogliono UCCIDERE l’anima verde della Città.

A noi piace vedere nel vecchio stadio un grande parco giochi per i bambini, una grande piazza che rappresenti un’agorà un punto di incontro tra popoli, dove possono incontrarsi le circa venti etnie presenti in Città per contribuire ed accelerare il vero processo di integrazione interculturale;

dove possono svolgersi gli allegri mercatini di Natale; un luogo di scambio dell’artigianato casalingo ed etnico ecc.. ecc…

Questo Comitato Civico 2021 si rende disponibile a mettere a disposizione ingegneri e architetti per progettare, a titolo gratuito, il nuovo stadio , nella certezza che il computo metrico estimativo sarà inferiore a quanto verrà speso per la ristrutturazione del vecchio stadio.

Questa nostra proposta dimostrerà in modo incontrovertibile la reale volontà dell’Amministrazione Comunale che non è sicuramente quella di dare alla Città uno stadio adeguato.

Canicattì 04/06/2020

IL SEGRETARIO

Calogero Giarratana

IL PRESIDENTE

Giuseppe Giardina

 

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su