Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Agrigento, nuovi strumenti per la diagnosi precoce dei carcinomi mammari, l’ASP avvia la metodica dell’agobiopsia stereotassica

Agrigento, nuovi strumenti per la diagnosi precoce dei carcinomi mammari, l’ASP avvia la metodica dell’agobiopsia stereotassica

Importanti novità riguardano la diagnosi e la cura del tumore alla mammella in provincia di Agrigento. E’ attivo presso l’ospedale di Agrigento, e a breve lo sarà anche a Sciacca, un nuovo strumento che, in caso di mammografie sospette, è in grado di effettuare delle biopsie in una fase spesso estremamente precoce cioè quando non è ancora presente un vero e proprio nodulo e, pertanto, non è possibile fare diagnosi con altre metodiche o procedure bioptiche. Si tratta dell’esame di agobiopsia stereotassica che, grazie a nuove apparecchiature controllate in maniera computerizzata e alla professionalità del personale dell’Unità operativa di Radiodiagnostica del “San Giovanni di Dio”, incrementa i percorsi diagnostici evitando all’utenza di doversi recare fuori provincia per effettuare prelievi di tessuto in caso di sospetta neoplasia mammaria. La nuova metodica colloca l’Azienda Sanitaria Provinciale di Agrigento fra le poche realtà siciliane ad aver già adottato la micro procedura d’indagine e consente di ampliare il percorso di screening mammografico attivo sul territorio. E’ per questo che il direttore generale, Alessandro Mazzara, ed il direttore sanitario, Gaetano Mancuso, insieme al direttore del Dipartimento di Scienze Radiologiche ASP, Angelo Trigona, esprimono viva soddisfazione per il traguardo raggiunto.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su