Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Decio Terrana (Udc Sicilia): “Votata la Finanziaria dei Siciliani, doloroso il voto contrario dell’opposizione”

Decio Terrana (Udc Sicilia): “Votata la Finanziaria dei Siciliani, doloroso il voto contrario dell’opposizione”

Il Coordinatore Regionale dell’Udc Italia in Sicilia, On. Decio Terrana, commenta l’approvazione della Finanziaria da 1,5 Miliardi della Regione Siciliana che verrà incontro ai bisogni dei Siciliani e delle Imprese devastate dalle conseguenze della diffusione del Covid-19.

“Non ricordo, a memoria, che sia stata mai realizzata una Finanziaria di tale portata – trasmette il Coordinatore Regionale dell’Udc Sicilia – Una Finanziaria d’Emergenza per Imprese e Cittadini, così come la situazione contingente richiede. Sono state introdotte tantissime novità e prevista grande liquidità per tutti i Siciliani. Dal Settore Turistico, che più risentirà delle conseguenze dell’epidemia e che riceverà tantissime agevolazioni e fondi per il turismo e per l’attività quotidiana, al settore agricolo, alla pesca, all’allevamento, al settore florovivaistico. Sono state previste grosse somme per tutti i Cittadini, ai Comuni sono destinate tante somme per aiutare i Siciliani in difficoltà ed eliminare le tasse locali”.

Eppure l’opposizione ha votato contro, non si è unita al voto della maggioranza.

“Nei vertici di maggioranza si è deciso di dare pieno supporto all’azione del Governo Musumeci, con un’azione responsabile da parte di tutti – continua l’Onorevole Decio Terrana – l’opposizione ha partecipato alle norme della Finanziaria nelle varie commissioni e ci dispiace tanto che abbia perso anche questa occasione per dimostrare che gli interessi dei Siciliani vanno anteposti a quelli politici. La Finanziaria è ben strutturata e di ingenti dimensioni; con più di 300 milioni per le Imprese e altrettanti per le Famiglie, sono stati previsti prestiti a fondo perduto per le PMI, prestiti a tasso zero anche alle Famiglie del ceto medio, spesso dimenticate dal sostegno statale, l’esenzione dai contributi previdenziali e assistenziali per tutti i  nuovi assunti, fondi per tutti i settori produttivi, le associazioni, le arti, le scuole e le università, i fondi per i disabili aumentano di 42 milioni. Non può esserci alcun motivo per opporsi ad una Finanziaria che mira a dare respiro ai Siciliani; c’è chi non dovrà pagare il bollo auto, le imprese possono sgravarsi dei mutui sulla ristrutturazione dei locali, le attività ristorative ed i bar potranno avere più suolo pubblico senza dover pagare tasse al Comune. C’è l’interesse a ripartire, a far ripartire il tessuto economico della nostra terra, uniti possiamo andare avanti.”

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su