Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Coronavirus, salgono a 11 gli agrigentini deceduti lontano dalla Sicilia

Coronavirus, salgono a 11 gli agrigentini deceduti lontano dalla Sicilia

Un uomo di Santa Margherita Belice, residente a New York è morto di Coronavirus. Lo ha annunciato il sindaco di Santa Margherita Francesco Valenti: “Questa notte ci ha lasciati, Frank Abate. Santa Margherita piange la sua prima vittima da Coronavirus. Ci ha lasciati un uomo buono e generoso”.

Sale a 11 il numero delle persone nate in provincia di Agrigento e decedute per il Coronavirus fuori dall’Isola. Appena qualche giorno fa era deceduto un operatore socio sanitario 54enne di Aragona, morto di Covid19  a Corigliano Veneto, dove viveva e si trovava per lavoro da oltre un anno. E poco più di una settimana addietro era deceduta una infermiera di 55 anni, di Sciacca, residente in provincia di Bergamo.

Il primo a perdere la vita per Coronavirus lontano dalla provincia di Agrigento è stato un quasi settantenne di Cianciana, stessa tragica sorte è toccata a poco più che cinquantenne di Santa Elisabetta, residente a Bergamo, morto in un ospedale di Milano.
Altri decessi un licatese al Nord e un favarese quarantenne a Bruxelles. Poi la morte di un impiegato postale di Grotte di quasi sessant’anni, residente a Merate, in provincia di Lecco.
Poi un ottantenne di Aragona, impiegato di banca in pensione, in un paesino dell’Emilia Romagna dove viveva da parecchi anni, e un uomo di Canicattì, residente a Merate in provincia di Lecco.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su